bambina sorda

Bambina sorda ritorna a sentire : Lo straordinario caso di Leila

È la storia di Leia la bambina nata totalmente sorda ma che con un intervento al cervello torna a sentire e a parlare. Fin dalla sua nascita non aveva un apparato uditivo e di conseguenza, nessun apparecchio acustico l’avrebbe aiutata – questo è il fatto raccontato alla Bbc da Bob Armitage – padre della bambina inglese che oggi torna a sentire grazie a un intervento pionieristico.  I genitori hanno combattuto per l’intervento chirurgico, che prevedeva l’inserimento di un dispositivo nel cervello che serve a stimolare le vie uditive nei pazienti nati senza coclea e senza nervi acustici. Sul lato destro è stato impiantato un microfono e un’unità di elaborazione del suono. I risultati ottenuti da Leia sembrano davvero buoni.

Aveva solo due anni quando Leia è stata trasportata presso il Guy’s and St Thomas’ NHS Foundation. Come riporta il sito della bbc, l’intervento nel corso dei cinque anni, ha fatto molti progressi, e finalmente Leia ha cominciato a guardarsi intorno quando sentiva rumori attorno a sé, fornendo prova di aver sviluppato l’udito dei suoni che lei riusciva ad ascoltare. Oltre all’operazione, la bambina ha avuto bisogno di un percorso di terapia del linguaggio che di conseguenza, ora riesce a pronunciare frasi complete attraverso anche l’insegnamento della lingua dei segni.

Il padre della bambina racconta: “Possiamo chiamarla quando ci troviamo al piano terra di casa e lei è a quello di sopra. Ora riesce a sentirci”. “Quando la metto a letto, mi dice ‘buonanotte mamma’: non avrei mai creduto che ci sarebbe riuscita”, ha raccontato la madre Alison – come riporta il sito www.huffingtonpost.it/

Condividi