fbpx
buongiorno regione

Buongiorno Regione in Calabria il Tgr per non udenti

Sarà fruibile anche dalle persone non udenti grazie ad un servizio di interpretariato, attivo dal 25 gennaio con termine il 25 giugno, il notiziario mattutino della Tgr Calabria in onda nel contenitore “Buongiorno Regione”.

Lo prevede un progetto per il servizio di traduzione nella lingua dei segni (Lis) promosso dalla Regione e dalla Rai.
Il progetto pone la Calabria tra le prime regioni italiane a offrire il servizio.

Il presidente facente funzioni della Regione Nino Spirlì, il direttore della sede regionale della Rai, Demetrio Crucitti e il presidente regionale dell’associazione Ente nazionale sordi, Antonio Mirijello, hanno presentato l’iniziativa durante una conferenza stampa tenutasi a gennaio.
“Questo progetto – ha detto Spirlì- è solo l’inizio di un lunghissimo percorso che faremo con le persone non udenti perché è importante che siano inserite al 100% nella fruizione di informazione, luoghi della cultura, sport e altro. Devono essere messi nella condizione di non mancare di nulla come non manca di nulla nessun’altro cittadino. Finalmente siamo all’inclusione totale, all’inclusione di tutti i calabresi”.
“È una iniziativa molto importante – ha aggiunto Spirlì – perché essere informati significa essere presenti, esistere, esserci.

Nelle differenze l’uguaglianza. Per me tutte le persone sono normodotate, credo nell’eguaglianza nella differenza”.
“Oggi è un giorno importante – ha sostenuto Crucitti – perché finalmente si mette in pratica il diritto costituzionale all’informazione per tutti, previsto dall’articolo 21”.
“Quello che presentiamo oggi – ha sottolineato Mirijello coadiuvato dalla interprete Teresa Colonna cui è stato affidato il servizio – un progetto inclusivo per il quale ringraziamo fortemente il presidente Spirlì, che ha voluto appoggiare l’iniziativa. Erano nove anni che attendevamo un segnale preciso in questa direzione”.

Condividi