Cuffie riduzione rumore: Sony il top della tecnologia

Solitamente quando si studia o si sta facendo una qualsiasi cosa nella propria casa, è fastidioso sentire operai al lavoro sempre in funzione e di conseguenza, diventa difficile concentrarsi. Ma a tutto c’è un rimedio! Usando le cuffie, non dovremmo sentire più nulla se non la musica o altro. La novità questa volta è che indossando le nuove cuffie con riduzione attiva del rumore Sony di terza generazione il fastidioso sound del cantiere è appiattito in un leggero ronzio.

Le WH-1000XM3 sono state testati sia in aereo, in treno e in metropolitana riscontrando intanto sempre lo stesso risultato. Il risultato è merito del chip di elaborazione Sony QN1, che annulla i suoni sottofondo riservando la qualità audio. Il chip utilizza anche un paio di microfoni per rilevare il rumore ambientale. Con un semplice gesto, cioè: passando il palmo della mano davanti al padiglione destro, si annulla la cancellazione del rumore e si torna improvvisamente a sentire tutti i suoni ambientali amplificati.

Sulle cuffie al lato destro ci sono anche i comandi touch per cambiare canzone o alzare il volume. Insomma, una volta abituati, è semplicissimo e si può far a meno di tirare fuori lo smartphone. Il collegamento è Bluetooth e la durata della batteria (migliorata del 30% rispetto al modello precedente) arriva fino a 30 ore.

Le 1000X se si tolgono dalle orecchie non si mettono in pausa automaticamente. Ma l’ultima delle qualità audio e una cancellazione del rumore è un’ottima durata della batteria che rende Sony un’ottima scelta per acquistarle e il prezzo è intorno ai 380 euro.


Condividi