fbpx

Prevenzione

Screening udito per garantire una maggiore assistenza

screening udito neonatale

I deficit uditivi e visivi sono forme di disabilità neurosensoriale neonatale a forte impatto sociale. Una precoce diagnosi implica un trattamento precoce in grado di prevenire deficit invalidanti che influiscono sui processi di sviluppo neurosensoriale e di apprendimento. L’Organizzazione mondiale della sanità è da tempo che sollecita i diversi Paesi a predisporre programmi specifici di selezione …

Screening udito per garantire una maggiore assistenza Leggi altro »

Controllare i timpani con l’esame impedenzometrico

esame impedenzometrico è un esame non invasivo che riesce a dare informazioni alla persona sulla membrana timpanica e la presenza o meno di versamento endotimpanic

L’esame impedenzometrico è un esame non invasivo che riesce a dare informazioni alla persona sulla membrana timpanica e la presenza o meno di versamento endotimpanico. Un esame semplice e non doloroso della durata di dieci minuti che si effettua con un’apposita apparecchiatura dal nome impedenzometro. Non c’è bisogno di alcuna procedura di preparazione. L’unica condizione …

Controllare i timpani con l’esame impedenzometrico Leggi altro »

Deficit uditivo e il legame con la memoria

deficit uditivo

Il deficit uditivo determina una deafferentazione sensoriale della corteccia cerebrale uditiva. Assistiamo in pratica a una riduzione di volume di queste zone e alla diminuzione del numero delle diramazioni che sono necessarie per la comunicazione tra cellule nervose e per il normale svolgimento delle funzioni di ascolto e comprensione. Queste alterazioni uditive e del sistema nervoso centrale richiedono …

Deficit uditivo e il legame con la memoria Leggi altro »

Cellulare e nervo acustico: attenzione all’uso prolungato

cellulare

L’impiego prolungato del cellulare potrebbe causare uno specifico tumore benigno del nervo acustico. A confermarlo è la Corte d’appello di Torino. Secondo il giudizio del Tribunale, quindi, in casi specifici l’impiego prolungato del cellulare può indurre un potenziale effetto di riscaldamento cerebrale e di influenza sul metabolismo. La scienza però, non ne dà la conferma. L’Istituto Superiore di …

Cellulare e nervo acustico: attenzione all’uso prolungato Leggi altro »

Smart working e auricolari le avvertenze per l’udito

smart working

Lavorare in smart working può implicare un utilizzo frequente, troppo, degli auricolari che, senza le dovute precauzioni, potrebbero danneggiare la capacità uditiva. I rischi dipendono non solo dall’intensità del suono che ascoltiamo dall’auricolare ma anche dalla durata dell’esposizione dell’orecchio al suono che ascoltiamo. Un’esposizione prolungata al suono, infatti, anche se di relativa intensità, può contrastare …

Smart working e auricolari le avvertenze per l’udito Leggi altro »

Apparecchio acustico arresta il declino cognitivo

declino cognitivo

Gli apparecchi acustici rappresentano un valido sostegno nel contrastare o ritardare il declino cognitivo. È quanto emerge da un nuovo studio, pubblicato dal Journal of Clinical Medicine, condotto da alcuni ricercatori dell’Università di Melbourne. Gli studiosi hanno infatti testato l’utilizzo di apparecchi acustici in un centinaio di persone con un’età compresa tra i 62 e gli …

Apparecchio acustico arresta il declino cognitivo Leggi altro »