fbpx
acido folico

Mangiare sano per sentire bene

Per fare in modo che con l’età non si deteriori l’udito è utile fare azione di prevenzione a tavola, facendo scorta di verdure a foglia verde e legumi, ricchi di folati.

L’acido folico, così come dimostra una ricerca presentata all’American Academy of Otolaryngology-Head and Neck Surgery Foundation, sarebbe un elemento in grado di ridurre i rischi di sordità, in primo luogo negli uomini.

L’acido folico è presente nelle arance, i legumi, cereali oltre come sopra citati verdure a foglia verde come asparagi, spinaci, broccoli e lattuga e nella frutta, in particolar modo limoni, fragole e kiwi oltre che nel fegato.

I risultati dell’analisi svelano che gli over 60 che consumavano molti cibi ricchi di folati o prendevano supplementi a base di acido folico (o vitamina B9) registravano una riduzione del 20 per cento del rischio di sordità più o comunque meno consistente, così come riporta Elena Meli per “Il Corriere della Sera”.

È certo che non parliamo in termini di cura, i problemi all’udito, qualora insorgessero, non sarebbero curabili con un piatto di insalata, ma laddove possiamo prevenire assumendo l’acido folico anche in virtù della salute dell’udito, allora perché non farne scorta?

Condividi