fbpx
rottweiler sordità

Rottweiler studi sulla sordità

La razza canina dei rottweiler è incline a uno specifico tipo di sordità ereditaria a esordio precoce.

I ricercatori dell’Università di Helsinki e del Centro di ricerca Folkhalsan hanno individuato il gene responsabile di questa patologia all’apparato uditivo di questa razza di cane, è un gene abbastanza importante per tutto il senso dell’udito.

Questo difetto nell’udito inizia nei rottweiler durante le prime settimane di vita per poi progredire e portare alla piena sordità nel giro di pochi mesi.

Come spiega Marjo Hytonen, uno dei ricercatori impegnati dello studio, la variante scoperta è quella del gene LOXHD1, uno gene che svolge un ruolo importante nelle funzioni delle ciglia delle cellule sensoriali cocleari.

Varianti dello stesso gene, come spiega ancora Hytonen, provocano ipoacusia ereditaria anche negli esseri umani.

Si tratta di un tratto ereditario che viene ereditato dai figli in maniera recessiva: in pratica, affinché il disturbo si sviluppi, il soggetto deve avere due copie del gene difettoso, uno ereditato dal padre e uno dalla madre.

“Grazie alla nostra scoperta genetica, i cani utilizzati per l’allevamento possono ora essere testati per il difetto. Ciò rende possibile evitare combinazioni che potrebbero provocare cuccioli che perderanno l’udito”, spiega Hannes Lohi, altro ricercatore impegnato nello studio

Condividi