Sordità Anziani: Principale causa di depressione

Fare prevenzione è importante e curare il nostro udito lo è ancora di più. Onde evitare il peggioramento del sistema uditivo che può portare alla depressione, bisognare agire. Infatti, secondo lo studio emerso dalla Columbia University, più frequente è la perdita dell’udito e maggiore è il rischio di avere malattie inerente a ciò. I risultati pongono all’attenzione che la perdita dell’udito è legato all’età, un valore che viene sottovalutato e non trattato soprattutto dagli anziani, e questo potrebbe essere un modo per evitare la depressione tardiva!

Sulla ricerca di 5239 persone con più di 50’anni i ricercatori hanno analizzato i dati di cui si è scoperto che chi avevo un inizio di perdita dell’udito aveva quasi il doppio della probabilità di avere i sintomi di depressione.

“E’ comprensibile che la perdita dell’udito possa contribuire a sintomi depressivi: le persone con problemi di udito hanno difficoltà a comunicare e tendono a diventare più socialmente isolate, e l’isolamento sociale può portare alla depressione”, spiega Justin S. Golub, uno dei ricercatori che ha condotto l’analisi (ansa.it).

I ricercatori spiegano che la perdita dell’udito è sempre più frequenta nell’età anziana legata alla terza condizione cronica più comune che possa esistere. Lo studio di recente è stato pubblicato sulla rivista scientifica JamaOtolaryngology-Head &NeckSurgery.

Ti è piaciuto l’articolo?
Seguici sui nostri social!

Condividi