fbpx
talpa senza pelo

La talpa “senza pelo” che comunica senza sentire

La così chiamata “talpa senza pelo”, nome biologico eterocefalo glabro, è l’unico rappresentante del genere Heterocephalus.

I ricercatori dell’Università dell’Illinois a Chicago hanno analizzato la loro particolare caratteristica: l’assenza di udito come frutto dell’evoluzione dell’animale.

Questa specie sente poco e per comunicare emette un acuto verso.

Eppure sono estremamente sociali.

I ricercatori hanno pubblicato su Current Biology i risultati di una loro ricerca su questa specie.

Privi di peli e dotati di una pelle rugosa, vivono in colonie sotterranee con una struttura sociale che ricorda alla lontana quelle delle api.

Assistiamo difatti a una sorta di rango di “soldati”, degli operai e una regina.

Sono animali molto sociali, una specie che conta sulla cooperazione e la comunicazione così come spiega Thomas Park, professore di scienze biologiche della Università di Chicago nonché autore principale dello studio.

Così come confermano gli studi questi animali sono dotati di un udito pessimo.
“Analizzando poi geneticamente le talpe senza pelo, gli stessi ricercatori hanno scoperto sei particolari mutazioni nei geni collegati all’udito e hanno dedotto che a questi animali manca l’amplificazione cocleare”.

Secondo i ricercatori, la talpa nuda ha perso l’amplificazione cocleare, nel corso dell’evoluzione, in modo che le cellule ciliate dell’orecchio interno non potessero essere danneggiate dalla costante cacofonia che producono e che probabilmente viene amplificata proprio nei cunicoli dove vivono. In questo modo possono sentire i loro squittii e quindi comunicare senza diventare del tutto sordi.
Sono gli unici mammiferi di cui conosciamo la mancanza di amplificazione cocleare”, spiega Park.

Condividi