Otite : Esterna e Media quando le orecchie fanno male

L’otite è quel processo infiammatorio che tocca l’orecchio, un organo molto delicato che ci permette di sentire. Sono tanti i fattori che possono provocare dolore e raffreddamento fino a perdere temporaneamente l’udito. Tra i più comuni dolori che porta l’orecchio, sono l’otite esterna e quella media. L’otite esterna è l’infiammazione del condotto uditivo esterno, cioè il canale che porta i suoni verso il timpano. Per tale causa i sintomi sono prurito o dolore.
Infatti, in alcuni casi il dolore può aumentare durante la masticazione poiché il condotto uditivo è vicino all’articolazione della mandibola. L’otite media invece, è un’infiammazione dell’orecchio medio, ossia la cavità timpanica che contiene la catena degli ossicini. È una malattia dell’infanzia che colpisce i bambini da 3 mesi e 3 anni. Pertanto l’otite media può essere anche acuta, e manifestarsi improvvisamente per poi scomparire rapidamente senza lasciare segni e che allo stesso tempo può diventare cronica, con fasi di maggiore o minore gravità.
Nei casi più gravi ad esempio, la pressione sanguigna può essere così forte da provocare la rottura della membrana timpanica. Solitamente sono più a rischio di contrarre otite media anche le persone di sindrome Down, soggetti allergici e gli uomini rispetto alle donne.

Condividi