fbpx
audioprotesista

Audioprotesista: di cosa si occupa e perchè è importante ?

L’Audioprotesista è un professionista sanitario qualificato.

Nel nostro Paese operano circa 4mila Audioprotesisti all’interno di circa 1200 centri acustici.

Non si può iniziare a parlare di Audioprotesista senza citare l’invenzione dell’apparecchio acustico avvenuta intorno agli anni ’20 del XX secolo.

Dopo le due Guerre Mondiali si ebbero numerosissimi invalidi da trauma acustico.

Dovettero passare molti anni, però, prima che il Ministero della Salute, con la circolare 7 del 1978 “Adozione nomenclatore tariffario per la fornitura delle protesi acustiche agli invalidi civili” prendesse atto dell’esistenza della figura professionale che si occupa di compensare i deficit uditivi mediante protesi acustiche, allora denominata “audioterapista”.

La storia dell’Audioprotesista non è il semplice combinato disposto del D.M. 668/94 della legge 42/99, della legge 251/06 e della recentissima legge 3 che istituisce gli Ordini per tutte le professioni sanitarie, ma anche storia di profonda umanità.
L’Audioprotesista, abilitato dalla laurea triennale, è l’operatore sanitario che svolge attività di individuazione, erogazione, adattamento e controllo dei dispositivi audioprotesici per la prevenzione e correzione dei deficit uditivi.

L’Audioprotesista non è semplicemente un tecnico di prodotto: l’apparecchio acustico è il mezzo e non il fine delle sue attività.

L’operato dell’Audioprotesista, infatti, si realizza attraverso interventi sanitari specifici, di natura preventiva, tecnico-riabilitativa e relazionale.

Condividi