fbpx
timpano danneggiato

Il timpano danneggiato

La funzionalità del timpano è quella non soltanto di rilevamento e trasmissione di vibrazioni sonore, convertite in impulsi nervosi, al cervello ma anche quella di proteggere l’orecchio da batteri e acqua.

Un timpano danneggiato è quindi un timpano che non riesce a svolgere le sue funzionalità appieno comportando la compromissione dell’udito.

La rottura del timpano è una ferita della sottile membrana che divide la parte esterna dell’orecchio da quella interna.

Le ragioni più comuni che determinano questa grave ferita si riscontrano son l’insorgere di infezioni batteriche ma anche la pulizia dell’orecchio con il cotton fioc, o ancora l’esposizione a rumori troppo forti fino ad arrivare ai barotraumi.

Come si interviene?

Agire con tempestività significa ridurre al minimo le compromissioni all’apparato uditivo, i sintomi sono identificabili con percezione di rumore e ronzio alle orecchie, dolore, presenza di pus e sangue.

Una terapia farmacologica su base antibiotica rappresenta il primo intervento, ma, potrebbe essere necessario anche un’azione chirurgica.

Rivolgersi, ad ogni modo, ad un medico per stabilire il tipo di terapia necessaria all’insorgere di alcuni di questi sintomi.

Condividi