Storysign: La prima app sviluppata per non udenti

Storysign app – Grazie all’avvento della tecnologia sono molteplici i fattori che scaturiscono delle buone possibilità per curare delle malattie. Di cosa parliamo? Parliamo dell’uso della tecnologia che aiuta i non udenti. Nel mondo ci sono circa 32 milioni di bambini non udenti, di cui il 90% è nati da genitori udenti. Huawei ha così deciso di formare la sua nuova app Storysign,dedicata ai non udenti. Grazie all’intelligenza artificiale sviluppata dall’azienda cinese – traduce nella lingua dei segni i libri per i bambini.

L’app è stata creata in collaborazione con Penguin Reader,Aardman, l’Associazione dei Sordi Inglese e l’Unione Europea dei Sordi. Un’idea originale anche per chi non conoscela LIS (Lingua Italiana dei Segni), ma soprattutto essere in contatto con persone che non possono ascoltare una storia. Ovviamente è possibile scaricare l’app dal Play store del proprio telefono su Google e si potrà configurare con una delle 10 lingue dei segni diversi: per l’italiano è attivo un classico della narrativa per bambini ovvero“Tre Piccoli Coniglietti” di Beatrix Potter. Dopo aver scelto il testo della storia, comparirà sul cellulare “Star”, un avatar che racconterà la storia con la lingua dei segni per i bambini.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *