Il suono dell’alba su Marte: una musica meravigliosa

Il suono dell’alba su Marte : In occasione della 5.000a alba catturata dal Rover Opportunity della Nasa, i ricercatori dell’Anglia Ruskin University e dell’University of Exeter l’hanno riprodotta in suoni. Si è scandito da destra e sinistra, pixel dopo pixel da parte di Domenico Vicinanza e la Dott.ssa Genevieve Williams, un’immagine di un’alba su Marte. Per impiegare degli algoritmi affinché si assegnasse un’altezza e una tonalità specifica per ogni momento, hanno preso ogni informazione circa la luminosità e coloro per poi combinarla all’elevazione del terreno – secondo quanto riporta il sito (www.businessinsider.com). Il tutto prende nome da “image sonification” e gli scienziati la impiegano in molti campi per ottenere un punto di vista diverso. Può essere impiegata per studiare la superficie e l’atmosfera di un pianeta, analizzando i cambiamenti climatici o rivelare le eruzioni vulcaniche.

Su Marte, può essere impiegata per registrare che suono ha l’alba sul Pianeta Rosso e si può sentire anche molto meglio in cuffia ad occhi chiusi: 

Lo sfondo scuro riportato nel video produce armonie tranquille, mentre i suoni più brillanti e alti sono creati dalla sonorizzazione del disco solare luminoso. Il pezzo, “Mars Soundscapes”, è presentato in anteprima mondiale dalla Nasa alla Supercomputing SC18 Conference a Dallas.

Condividi