Metodi Innovativi: stampare attraverso il suono

Con lo sviluppo delle ultime tecnologie le sorprese sono sempre di più. Solitamente dal proprio pc, si usa normalmente stampare file contenenti qualsiasi argomento, foto o altro. Da oggi, con l’avanzare degli strumenti tecnologici, si può anche stampare usando il suono. Una cosa innovativa e del tutto sperimentabile!

Stampare usando il suono, è l’innovativa tecnicamessa a punto dall’università di Harvard, che sfruttando le onde sonore può produrre goccioline del liquido della stampante. Un’idea nata dal gruppo diJennifer Lewis, del quale fa parte l’italiano Daniele Foresti. La tecnica può aprire la strada alla produzione di nuovi biofarmaci, cosmetici, cibo e allargare le possibilità dei materiali ottici e conduttori.

“Sfruttando le forze acustiche, abbiamo sviluppato una tecnologia che permette di stampare miriadi di materiali con gocce della dimensione richiesta”, commenta Lewis in un articolo riportato sul sito dell’ansa.

Per tale procedura è, infatti, è fondamentale utilizzare materiali viscosi, ad esempio il miele. Le stampanti a getto d’inchiostro per esempio usano gocce di liquido ma con un tasso di viscosità molto ridotto, pari a 10 volte quello dell’acqua.

“L’obiettivo è di eliminare la viscosità sviluppando un sistema di stampa indipendente dalle proprietà del fluido”, aggiunge Foresti.

 Per farlo i ricercatori hanno usato le onde acustiche, con cui sono riusciti a superare questo limite ‘staccando’ la goccia di liquido direttamente dalla bocchetta della stampante. Mettendo la bocchetta dentro un risonatore acustico, si può stampare con gocce di liquido di qualsiasi viscosità e composizione. In questo modo più l’ampiezza sarà maggiore dell’onda sonora, più piccole saranno le gocce.

Condividi