fbpx
tappi auricolari

Tappi auricolari: come e quando utilizzarli

Un’esposizione duratura all’inquinamento acustico può provocare dei danni all’udito.

I tappi auricolari fungono da barriera protettiva al timpano ed è consigliato soprattutto per coloro che lavorano in ambienti estremamente rumorosi.

I tappi auricolari antirumore, infatti, sono dispositivi di protezione per il timpano che si inseriscono nel condotto uditivo a una profondità massima di 15 mm.

Questi dispositivi isolanti per le orecchie risultano efficaci anche per il trattamento dell’insonnia, infatti, riescono a conciliare maggiormente il sonno in soggetti sensibili ai piccoli rumori notturni.

Esistono diverse tipologie di tappi auricolari: essi possono essere in silicone, in cera ricoperti di cotone.

Questi tappi auricolari vengono utilizzati anche per motivi personali di concentrazione, risultano essere una buona strategia per gli studenti, ad esempio, poiché quest’isolamento acustico ne favorirebbe la concentrazione durante le ore di studio.

Per un corretto utilizzo dei tappi auricolari antirumore bisognerebbe seguire alcune piccole regole per sfruttarne al meglio le potenzialità funzionali: prima di aprire la confezione si consiglia di lavare bene le mani contro ogni rischio di contaminazione batterica. Per inserire il “tappo” bisogna avvitare leggermente e spingere con delicatezza il tappo nel canale uditivo fino a farlo aderire perfettamente.

Per poi rimuovere il tappo antirumore si consiglia di ruotare il tappo con le dita. I tappi monouso vanno gettati e non riutilizzati mentre quelli riutilizzabili vanno lavati con acqua e sapone e infine asciugati prima di essere riposti in un panno morbido e custoditi nell’apposito contenitore.

Condividi