fbpx
acufeni nuove cure

Acufene nuove prospettive di cura

Circa il 15% della popolazione mondiale è affetto da acufene.

Le cause rimangono perlopiù sconosciute, un fischio all’orecchio che può portare complicazioni e di natura estremamente soggettiva, cosa che rende difficile una cura universale.

Per combattere questi “rumori fantasma” molto fastidiosi e a volte invalidanti è stata  sperimentata con successo, su un ampio campione di persone sofferenti di acufene, una nuova terapia che prevede la stimolazione elettrica della lingua: i risultati sono stati pubblicati su Science Translational Medicine.

La nuova terapia proposta dall’azienda irlandese Neuromod Devices Limited prevede, l’utilizzo incrociato di due categorie di stimoli.

“Ogni trattamento dura 30 minuti e utilizza due strumenti: da un lato ci sono un paio di auricolari che riproducono un mix di melodie e di rumori bianchi (pioggia, mare, aereo, phon, aspirapolvere, ecc.), dall’altro una “linguetta” (va tenuta in bocca) che produce impulsi elettrici per stimolare la lingua del paziente”.

In questo modo, secondo gli esperti, si addestrerebbe il cervello a ignorare l’acufene, facendolo concentrare su altri stimoli acustici.

In fase di sperimentazione per adesso, se i dati dovessero essere confermati, sarebbe un’ottima notizia per tutti coloro che soffrono di questo disturbo.

Condividi