fbpx
mascherine traspa

Mascherine trasparenti per non udenti

Mascherine di tessuto trasparente per fare in modo che sia possibile la lettura delle labbra.

L’azienda belga Brochage Renaitre da 50 anni rilega cataloghi ma ora i suoi 15 dipendenti disabili producono maschere per non udenti o persone con problemi di udito.

Sabine Charlier, la direttrice aziendale, spiega come durante il fine settimana del 1° maggio sono stati realizzai i prototipi e che le autorità regionali hanno immediatamente ordinato 10.000 mascherine trasparenti.

“In due giorni abbiamo comprato macchine da cucire, abbiamo comprato tessuti e abbiamo impostato un metodo di lavoro. Abbiamo formato il personale e realizzato fogli descrittivi per ogni fase di lavoro E da venerdì abbiamo preso 15 volontari che abbiamo imparato a cucire. Il lunedì successivo eravamo già operativi “.

Sicurezza e comunicazione, quindi, al servizio degli ipoacusici.

Donia Dubois, dipendente di Brochage Renaître, ipoacusica dice:

Prima dovevo togliermi la mascherina e allontanarmi dagli interlocutori per poter parlare. Ora con questo pezzo trasparente posso leggere sulle labbra delle persone ed è molto più facile comunicare nella vita di tutti i giorni” 

Il 60% degli impiegati aziendali è portatore d disabilità.

L’idea delle mascherine trasparenti era un bisogno reale per i dipendenti.

“Vediamo che c’è una grande richiesta da parte di logopedisti, insegnanti elementari, persone negli ospedali e chi lavora persone anziane. Per molti è difficile comunicare senza vedere i movimenti labiali” dice Sabine Charlier.

Condividi